Green Corner e Ecobonus, gli incentivi di governo ai detersivi alla spina

Green Corner e Ecobonus, gli incentivi di governo ai detersivi alla spina

detersivi-alla-spina

Non perdere l'occasione di ricevere un contributo a fondo perduto di 5.000 euro per l'apertura del tuo punto vendita di detersivi alla spina.

Con il Decreto Clima, il governo ha, infatti, previsto <<un contributo a fondo perduto di € 5.000 (euro cinquemila) per chi apre un Green Corner o un Negozio di detersivi e saponi alla spina>> a condizione che il fornitore non abbia pendenze con il fisco e con gli enti previdenziali.

A breve saranno anche introdotti gli Ecobonus, cioè degli incentivi agli acquirenti, nella misura del 20% del costo di acquisto di prodotti sfusi e alla spina>>.

E tu cosa aspetti ancora ad aprire il tuo Green Corner di detersivi alla spina?

 SCEGLI UN'AZIENDA STORICA E AFFIDABILE.

Contattaci ora ai  nostri numeri di telefono per ottenere senza impegno maggiori informazioni:

0823 1844780

333 7241605

327 1908480

oppure clicca qui

https://www.shopdetersivi.it/contattaci

DECRETO-LEGGE 14 ottobre 2019, n. 111

Art. 7

Misure per l'incentivazione di prodotti sfusi o alla spina 1. Al fine di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti climalteranti, agli esercenti commerciali di vicinato e dimedia struttura di cui all'articolo 4, comma 1, lettere d) ed e) deldecreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, che attrezzano spazi dedicati alla vendita ai consumatori di prodotti alimentari edetergenti, sfusi o alla spina, e' riconosciuto, in via sperimentale,un contributo economico a fondo perduto pari alla spesa sostenuta edocumentata per un importo massimo di euro 5.000 ciascuno,corrisposto secondo l'ordine di presentazione delle domandeammissibili, nel limite complessivo di 20 milioni di euro perciascuno degli anni 2020 e 2021, sino ad esaurimento delle predetterisorse e a condizione che il contenitore offerto dall'esercente nonsia monouso. 2. Con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela delterritorio e del mare, d'intesa con il Ministro dello sviluppoeconomico e sentita la Conferenza unificata, entro il termine disessanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto,sono fissate le modalita' per l'ottenimento del contributo nonche'per la verifica dello svolgimento dell'attivita' di vendita per unperiodo minimo di tre anni a pena di revoca del contributo. 3. Agli oneri derivanti dall'attuazione del comma 1, pari a 20milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021, si provvedemediante riduzione delle proiezioni dello stanziamento del fondospeciale di conto capitale iscritto, ai fini del bilancio triennale2019-2021, nell'ambito del programma "Fondi di riserva e speciali"della missione "Fondi da ripartire" dello stato di previsione del
Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2019, allo scopoparzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al Ministerodell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. 4. Le disposizioni di cui al presente articolo si applicano nelrispetto delle condizioni e dei limiti del regolamento (UE) n.1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativoall'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sulfunzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis». 5. Il Ministro dell'economia e delle finanze e' autorizzato adapportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi le nostre offerte direttamente nella tua casella di posta